Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

Struttura e organizzazione didattica

Crediti riconosciuti: l'attività formativa è corrispondente a 60 CFU (Crediti Formativi Universitari).

Titolo rilasciato: Diploma di Master Universitario di Secondo Livello.

Durata: un anno accademico. A conclusione della didattica in aula, i partecipanti saranno impegnati nella redazione della tesi finale e, previa disponibilità e selezione da parte delle strutture partner, nello svolgimento di un periodo di stage.

Didattica: il master è suddiviso in 3 moduli didattici

  • I Modulo: Proprietà intellettuale 

Vengono trattati temi afferenti al Diritto della Proprietà Intellettuale ed Industriale tra i quali i fondamenti del diritto delle invenzioni e dei brevetti, il Know-how e la protezione del segreto industriale, la tutela di diritto d’autore, l’industrial design, la funzione, i requisiti ed il management dei marchi d’impresa, le denominazioni di origine e la tutela del “made in Italy”, i profili di intersezione tra disciplina e diritti di proprietà intellettuale e diritto Antitrust, i rapporti tra Cloud Computing, Big Data, diritto d’autore e privacy. 

Il programma coincide con il Corso di Perfezionamento in Diritto e Gestione della Proprietà intellettuale. 

E’ consentita l’iscrizione all’intero master o al solo Corso di perfezionamento.

  • II Modulo: Antitrust

Approfondimento sui temi fondamentali del Diritto Antitrust, tra i quali il potere di mercato ed il Welfare dei consumatori, le fonti e le istituzioni del Diritto Antitrust, l’analisi di leading case in tema di intese e abuso di posizione dominante, il controllo delle operazioni di concentrazione, i poteri di enforcement delle Autorità Antitrust, nonché gli orientamenti e le linee di tendenza giurisprudenziali che si stanno delineando nei principali mercati (regolamentati e non) europei e nord-americani.

  • III Modulo: Comunicazioni: questioni problematiche e profili evolutivi dell’ICT 2.0; Disciplina e gestione dei servizi e contenuti digitali

La didattica è incentrata su tematiche inerenti al Diritto delle Comunicazioni, alle tecnologie di informazione e comunicazione (ICT), ai settori regolati, quali, tra l’altro: i profili tecnici, economici e regolatori delle comunicazioni elettroniche e dei media audiovisivi, la disciplina nazionale, europea ed internazionale delle comunicazioni elettroniche e dei media 3 audiovisivi, la disciplina e gestione dei servizi e contenuti digitali, i profili evolutivi dell’ICT 2.0, la disciplina dei settori regolati dell’ordinamento e le loro caratteristiche, la regolazione, autoregolazione e la concorrenza delle public utilities

Lezioni: la frequenza alle attività didattiche del corso è obbligatoria; assenze superiori al 20% (venti) del monte ore complessivo delle lezioni frontali comporteranno l’impossibilità di conseguire il titolo. Le lezioni frontali inizieranno nella prima metà di prima metà di marzo 2018 e si concluderanno a febbraio 2019. L’orario delle lezioni è, di norma, articolato come segue:

  • venerdì dalle 15.00 alle 19.00;
  • sabato dalle 9.00 alle 13.00.

Sarà presente in aula un tutor che fornirà il necessario supporto organizzativo.

Le lezioni si svolgeranno presso una delle sedi LUISS.