Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

Struttura e organizzazione didattica

Obiettivi: il master mira a offrire una formazione avanzata sulla prevenzione, gestione e mitigazione del rischio di corruzione nei settori pubblico e privato. Il corso intende formare professionisti ed esperti in grado di supportare e fornire consulenza a imprese e amministrazioni pubbliche, nell’elaborazione di strategie preventive e di sistemi di compliance e risk management in materia di corruzione.

Crediti riconosciuti: l’attività formativa è corrispondente a 60 CFU (Crediti Formativi Universitari). 

Titolo rilasciato: Diploma di Master Universitario di Secondo Livello. 

Durata: un anno accademico. A conclusione della didattica in aula, i partecipanti saranno impegnati nella redazione della tesi finale o di project work, e, previa disponibilità e selezione da parte delle strutture partner, nello svolgimento di un periodo di stage.  

Didattica: il master si articola in moduli tematici dedicati all’inquadramento, all’analisi e all’approfondimento delle strategie di prevenzione della corruzione e di compliance, nei settori pubblico e privato, con particolare attenzione ai profili sovranazionali e comparati e alle prospettive di sviluppo del fenomeno. Il percorso formativo prevede esercitazioni su casi pratici e un ‘laboratorio’ dedicato alla redazione di modelli organizzativi e piani anticorruzione, al fine di consolidare anche competenze e abilità di tipo operativo.

L’offerta didattica è strutturata come segue:

I Modulo: L’evoluzione e le prospettive della disciplina dicontrasto alla corruzione nella dimensione internazionale,europea e sovranazionale

  • La lotta alla corruzione in ambitointernazionale ed europeo
  • Diplomazia giuridica e contrasto alla corruzione:l’esperienza italiana nel contesto internazionale
  • Le sfide del futuro e i nuovi orizzonti della strategia dilotta alla corruzione

II Modulo: La prevenzione della corruzione nella Pubblica Amministrazione

  • I soggetti istituzionali competenti e i rispettivi ruoli nellaprevenzione della corruzione nel settore pubblico
  • L’individuazione e la prevenzione del conflitto di interessi edel rischio corruttivo nella Pubblica Amministrazione
  • L’attività preventiva “multidirezionale” dell’ANAC: dai pianianti-corruzione alla nuova regolazione del settore dei contratti pubblici

III Modulo: La strategia penale di contrasto alla corruzione

  • Il nuovo volto dei delitti di corruzione
  • La corruzione privata
  • Le misure patrimoniali di contrasto e i reati “spia” della corruzione

IV Modulo: Modelli organizzativi e piani anticorruzione neisettori privato e pubblico

  • La responsabilità degli enti ai sensi del d.lgs. n. 231/2001I compliance program e la “privatizzazione” della gestionedel rischio
  • L’Organismo di Vigilanza: funzioni, poteri, composizione eprofili di responsabilità
  • Il progressivo ravvicinamento delle strategie anticorruzionenei settori pubblico e privato

V Modulo: Corruzione e concorrenza tra ordinamenti. Ilcontrasto alla corruzione: esperienze di diritto comparato

  • Il contrasto alla corruzione in una prospettiva comparata
  • Alcune esperienze a confronto.

VI Modulo: Learning by doing: dalla teoria alla prassi

  • Laboratorio sulla redazione di un compliance programanticorruzione e di un piano triennale
  • “Parte speciale”: case study in materia di anticorruzionecon focus su corruzione e appalti, corruzione e criminalitàorganizzata, corruzione e sanità

Lezioni: l’orario delle lezioni è strutturato in modo da consentire ai partecipanti con impegni di lavoro di conciliare la frequenza del corso con l’attività professionale.

L’orario delle lezioni è, di norma, articolato su due fine settimana al mese:

  • venerdì dalle 14.00 alle 20.00;
  • sabato dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

Segue stabilmente le attività didattiche un tutor d’aula, che fornirà assistenza continuativa agli studenti nelle specifiche esigenze di approfondimento.

Le lezioni si terranno presso la sede LUISS di Viale Pola 12.

La frequenza alle attività didattiche del corso è obbligatoria; assenze superiori al 20% (venti) del monte ore complessivo delle lezioni frontali comporteranno l’impossibilità di conseguire il titolo.